E che autunno sia

Come ho scritto stamani su FB, un minuto di silenzio per l’estate che è finita.

. . .
. . .
. . .

Ché ci tengo io all’estate. E ora se ne va via così, lasciandomi ancora addosso la voglia di sole sulla pelle e di aperitivi sulla spiaggia.
E non essendo io portata per l’autunno, figuriamoci poi per l’inverno, ho cercato di farmi trovare pronta. Così ho preparato con le mie manine questo completo sciarpa e cappello.

La sciarpa è formata da tante foglie colorate di piante diverse (non chiedetemi quali, ricordo solo la quercia) cucite assieme.
Il cappello mentre lo lavoravo credevo fosse una pacchianata, invece una volta indossato, fa la sua bella figura!
Il tutto è preso da un modello di una enciclopedia di maglia, quelle che escono in edicola. Ad ogni uscita erano allegati anche i gomitoli della Grignasco, l’unica pecca è che sono 100% acrilico…fatti con una bella lana, potrebbero rendere molto meglio!

Che poi, diciamocela tutta, i colori autunnali sono veramente meravigliosi!

Ma l’azzurro colore del mare non lo batte nessuno.

Annunci

Verde acido

Purtroppo la foto non rende giustizia all’acidità di questo verde, meraviglioso a vedersi (non rende giustizia nemmeno al sale e pepe del divano…).
E’ una canottierina laboriosa, un punto traforato abbastanza semplice ma ripetuto sia davanti che dietro.
Proprio l’altra sera davanti a x-factor ne ho fatta una buona parte e l’ho quasi finita. Ovviamente sarà pronta per la prossima estate, a meno che non faccia un ottobre straordinario. Cosa che tra l’altro spero vivamente!
Il modello l’ho preso da un numero di Benissimo dell’estate scorsa, ma non ricordo nè il numero nè il nome del modello…pardonnez moi! Aggiornerò a breve!

Campanelline

Dico sempre che lavoro a maglia, lavoro, lavoro, lavoro e le amiche di maglia, e l’albergo che gentilmente ci ospita, e compro lana in quantità…poi non ho messo mai nessuna foto di quello che ho fatto!
Perchè non iniziare? Parto dall’ultimo lavoretto finito, sono delle campanelline e le ho fatte quest’estate in un paio di sere…poi ho deciso di utilizzarle come segnaposti per una cena a casa mia e le ho regalate…un pochino di soddisfazione in più!

Il simpatico carrettino l’ha fatto babbo!
Lo schema per eseguire questi simpatici fiorellini l’ho preso da questo simpatico libro.