{Needlework} Punto X

Da che ho memoria il punto croce mi è sempre piaciuto! Ho fatto diversi lavori piccoli tra cui bavaglini per bambini, cuscini e asciugamani, poi mi piaceva talmente tanto che quando ha sposato mia sorella le ho fatto un cuscino da 40 colori, più o meno! Raffigurava due coniglietti che sposavano, era bellissimo!

Tra i lavori grandi, sempre per mia sorella, ho fatto delle tende per la cucina e poi le tende di camerina quando nacque mia nipote…tutto questo risale ad almeno 2 vite fa, si parla del ’99!

Poi c’è stata la pausa della maglia, che continua tutt’ora, ma a casa della mia mamma ho ritrovato questo lavoro abbandonato da una decina di anni.


Il bello del punto croce è che lo si riprende pari pari da dove si è lasciato e così sto facendo, mentre la pupa dorme dopo pranzo cerco di finire questo paesaggio toscano. Il disegno è di un mensile, Susanna, del ’98…costava 5000 lire!!

Al prossimo lavoro!

Annunci

{Knit} For my little girl

Un simpatico maglioncino anche per l’ultima arrivata, mica posso lasciarla senza!?

Premessa, questo post sarà il primo di una “lunga” serie di diminuzione del mio stash di lane…

Partiamo con la lana: questa la comprai diversi anni fa, almeno 6, da Campolmi a Firenze quando ancora lavoravo là in una delle fughe in pausa pranzo! Una matassa a sconto di un viola abbastanza forte. Devo dire la verità, oggi non comprerei quel colore…chissà a cosa pensavo! Forse a stare troppo coi fiorentini, tutto quel viola…boh!?

Comunque giaceva lì da anni e ora che è arrivata una pupa mi sono decisa ad usarla, lei (la pupa) è chiara di carnagione di capelli e di occhi, questo viola poteva essere un pugno in un occhio e invece le dona, brava bimba!

Ho scelto il modello Snug too di Hinke, un simpatico modello abbastanza semplice con una costruzione un po’ diversa dal solito che utilizza soprattutto la tecnica delle maglie sospese, ma ovviamente con poche pochissime cuciture!! L’unica modifica, se così vogliamo chiamarla è che non ho fatto le asole con l’uncinetto per i bottoni, l’ho semplicemente legato con due treccine lavorate da entrambe le parti.

 

IMG_3372

Al prossimo knittaggio!

{Knit} Destash, questo sconosciuto

E’ arrivata l’ora di fare pulizia nell’armadio delle lane: ci sono lane (e per lane intendo ogni singolo gomitolo, anche cotone) acquistate o regalatemi da anni che vorrei usare ma poi trovo sempre una lana nuova che vorrei provare o un modello di cui mi innamoro ma per il quale non ho una lana adatta e allora ne compro altra…insomma è un cane che si morde la coda, non se ne esce!

Ecco da qualche mese mi sono messa in testa che per rinnovare il parco lane devo usare prima quelle che ho, sembra facile ma vi assicuro che per chi pratica il lavoro a maglia non lo è affatto!

Vorrei provare la Brooklin Tweed perchè c’è quel cardigan che mi piace troppo, il Corvid; ma anche il maglione Riptide mi piace assai… Vorrei provare la lana di Tanis Fiber Arts, vorrei farmi qualcosa di estivo con la Ito e insomma un po’ di cose nella mia lista dei desideri ce l’ho! Visto che piano piano sto riuscendo a ritagliarmi anche solo 5 minuti al giorno per sferruzzare, così giusto per non perdere la manualità ecco, spero di riuscire nel mio intento di “destashare” il più possibile!


Brooklyn Tweed "da colorare"

Brooklyn Tweed “da colorare”

 

Filati di Tanis Fiber Arts

Filati di Tanis Fiber Arts

La Ito Kinu

La Ito Kinu