{Shop} Acquisti on line #5 – paz garden

Seguo da questa primavera il blog di PAZ GARDEN e mi è piaciuto già da come recita il sottotitolo: a place where the insiration blooms. E ispira davvero!

Vi starete chiedendo cosa ho comprato su un sito di “ispirazione”…beh, ho comprato una pianta, ma non è una pianta qualsiasi e il fatto che abbia un marito giardiniere non mi ha per niente influenzato. Anzi, non ha saputo dell’acquisto finché non ha suonato il corriere alla porta!

pilea

pilea su IG

Ma torniamo alla pianta, non è una pianta qualunque ed è per la sua storia che mi ha colpito molto. Si chiama Pilea peperomioides (Pilea e basta per gli amici!), è originaria della Cina ed è delicatamente decorativa, facile da curare e pare essere molto ricercata. Vi rimando al blog di PAZ per leggere interamente la storia di come è arrivata fino a noi, fino a me.

L’avevo notata su pinterest e instagram e effettivamente le sue foglie si fanno notare, mi trasmette un senso di calma.

la mia piccola pilea


Quando è arrivata aveva 7 foglie, poi la postazione che avevo scelto non le ha reso giustizia e stava pian piano morendo! Le ho cambiato posto ed ora ha un sacco di foglie nuove…non so perché hanno i bordi un po’ arricciolati ma ci studierò! 

Cara la mia pilea, benvenuta a casa!

P.S. So che si merita un vaso più decoroso e fasssshion, sto provvedendo😊!

Buon rientro!

Ne sono successe di cose da quando ho adottato una lavanda!

Un saluto veloce perché ci sono sempre, ho pensato molto al blog, mi dicevo “ora ho 10 minuti di tempo e butto giù qualcosa” ma poi non avevo foto a riguardo e quelle che avevo non potevo ancora mostrarle (causa regali non consegnati!)…quindi prometto di raccontarvele tutte, dalla maglia ad altre cosine simpatiche…del resto anch’io sono rientrata oggi al lavoro dopo un’estate di alti e bassi.

Vi lascio con la mia canzone dell’estate 2016…da urlare mentre si guida a finestrini aperti, possibilmente un maggiolino del ’75!

A presto!

{Life} Ho adottato una lavanda biologica!

Leggendo Baby Green, un sito che ormai leggo da anni e da dove prendo un sacco di spunti, ho trovato un articolo sul Podere Argo per adottare una lavanda biologica!

Il podere si trova a Sorana in provincia di Grosseto e solo a vedere le foto viene voglia di trasferirsi lì ed essere coccolati dalla padrona di casa.

Qui, qui e qui ci sono una  serie di post della storia di questo campo di lavanda dalla semina fino alla distillazione per produzione di oli essenziali, idrolati, oleoliti e sacchetti di profuma biancheria. Spesso uso l’olio essenziale di lavanda, primo perché mi piace l’odore poi ha un sacco di pregi; l’ho usato (e lo userò) per Pietro come repellente per pidocchi, ha effetti calmanti e la sera prima di dormire una spuzzatina sulle coperte di Pietro e Lara o nell’umidificatore dei termosifoni. Lo uso adesso come dopo puntura per le malefiche zanzare, anche per i bimbi, una goccina sulla puntura e passa il prurito. Spesso ne metto qualche goccia nel secchio del mocio quando quelle 2/3 volte il mese lo passo sui pavimenti…insomma, solo pregi per la lavanda.

IMG_4065

Qui c’è il form per l’adozione! Ci sono due tipi di adozione, baby e large, e oltre alle cose sopra scritte sono compresi la visita al campo di lavanda e la raccolta di un mazzo della stessa…fantastico! Sarebbe bello poterci andare in visita, io amo la lavanda…qualche anno fa provai a comprarne una piantina da tenere sul terrazzo, ma nonostante il marito giardiniere il mio buono proposito fallì miseramente!

Adottate gente, adottate!

{Life} Giorni che fanno star bene

A volte capitano. Pochi purtroppo, ma i giorni in cui arrivi a sera pienamente soddisfatta nonostante niente sia andato secondo i piani, ci sono!

Bere un caffè con un’Amica con cui non si parla da tempo, complici bimbi allo stesso asilo e tutte e due in ferie, ci voleva; da ripetere a fine mese in cui questa coincidenza delle ferie si ripeterà! Dopo un’oretta di chiacchiere risate e qualche pettegolezzo anche tornare a casa a riordinare gli armadi dei pupi si è rivelato più bello e più produttivo.

IMG_3773

lungarno Pacinotti dal ponte di mezzo

Per pranzo decido di uscire e faccio la turista per Pisa, amo la mia città e quando posso un giro per i lungarni non manca mai. Pranzetto veloce in solitaria al Numero 11, mèta fidata che non si smentisce.

IMG_3774

birretta al numero 11

Lasciare un po’ di stipendio in Feltrinelli, che un pochino di tempo per leggere lo trovo sempre nonostante la casa e la famiglia.

IMG_3788

libri per me e per i bimbi

Andare al mare con i pupi a giocare e fare merenda, vista la magnifica giornata Marina mi stava proprio chiamando a gran voce! Vederli sorridere mentre giocano sulla spiaggia non ha prezzo…un giro per il nuovo porticciolo, un saluto alle barche che rientrano e si torna a casa.

IMG_3787

Marina di Pisa

IMG_3785

il porticciolo

Il tramonto dalla cucina, non ci proverò più a fotografarlo tanto è inutile…riuscire a immortalare i colori della natura non mi riesce, forse va bene così e ogni volta resto a bocca aperta 5 minuti davanti alla porta-finestra ad ammirarli finché il sole non scende all’orizzonte.

IMG_3790

tramonto dalla mia cucina (compresi i pali della luce)

Dopo cena i pupi a nanna, un po’ di relax con tele di sottofondo e il Ravello quasi finito…ne parlerò a breve!

Ci vogliono più spesso giornate così spensierate, leggère e piene di risate. Come piacciono a me. Mi sono ricaricata e proverò ad affrontare a testa alta situazioni che sto subendo senza che mi sia data una possibilità di scelta.

Alla prossima splendida giornata…ogni riferimento a Vasco non è puramente casuale!

{Shop} Acquisti on line #3 – Funky Mama

Non avevo ancora acquistato niente ad aprile, almeno niente di quello che mi attrae dalla rete, niente di quelle cose che ti fanno dire “Wow, lo voglio!”.

E per l’appunto sono arrivate le nuove #zzimiei delle Funky Mamas.

la mia #zzimiei


E’ gialla, ovvio, è in microfibra e non di pelle come le precedenti versioni, è fantastica, uno di quegli acquisti di cui non si può fare a meno. Poi quando le cose sono fatte col cuore vanno premiate.

La mia zzimiei è già in borsa piena di …zzimiei!

funky mama!

{Life} Il blog che cambia, io insieme a lui

Non riesco a lavorare a maglia quanto vorrei! Ho due bambini piccoli, un lavoro part-time, la casa da mantenere decente e un marito da coccolare…come si suol dire dalle nostre parti ci vorrebbero le giornate di 48 ore. E forse non basterebbero nemmeno quelle…

Quindi? Quindi il blog parlerà sempre di maglia, ovvio, ma tra un progetto e l’altro inserirò post di varia natura come sto facendo già da qualche settimana come i miei acquisti hand made e made in italy, i miei DIY scopiazzati qua e là per la rete, altri lavoretti come il punto croce, le mie scoperte come il magazine Flow. A proposito, oggi è il #flowmagazineday per ottenere il #flowinitaliano, quindi datevi da fare e correte su instagram a postare le vostre foto!

  
Ecco questo è quanto, per oggi. Al prossimo post…

{Shop} Flow Magazine, amore a prima vista

Seguo con molto interesse il blog di mywashitape da qualche anno, se non la conoscete o non sapete cosa sono gli washi tape correte sul suo blog, subito!!

Ecco, qualche mese fa ha lanciato una “petizione” per avere un giornale in italiano e questo giornale si chiama Flow Magazine. Ecco, io non lo conoscevo e mi sono letta tutti i post che ha scritto a riguardo in queste settimane (qui, qui, qui e qui) e che dire…non ho resistito e ho acquistato nel loro shop olandese!

Quando sono arrivati (si, perchè ehm…ne ho ordinati 3…) mi sono trovata tra le mani più di quel che mi aspettavo. Queste che seguono sono le mie foto del #flowinitaliano per il venerdì del #flowmagazineday postate appunto il venerdì su instagram.

IMG_3486

I miei primi Flow

IMG_3545

Today is a “do good” day

IMG_3568

Simplify your life

Il mio preferito, proprio il top, è il “Book for paper lovers” (nella prima foto è quello a destra con le arance in copertina): 300 pagine di cosine da strappare, tagliare, incollare, scrivere, dedicare, sognare…una gioia per gli occhi!  Ho acquistato anche il color booking che chèvelodicoafare e l’edizione speciale del mindfulness…dopo che anche mia nipote ha strabuzzato gli occhi di fronte a tanta bellezza le ho preso il librone della carta e per sopperire (ho dovuto fare uno sforzo enorme…) alle spese di spedizione mi sono comprata l’ultimo numero del vero Flow Magazine e posso solo dire che si sente il bisogno di un’edizione in italiano.

Forza mywashitape, sono con te!