{Life} Giorni che fanno star bene

A volte capitano. Pochi purtroppo, ma i giorni in cui arrivi a sera pienamente soddisfatta nonostante niente sia andato secondo i piani, ci sono!

Bere un caffè con un’Amica con cui non si parla da tempo, complici bimbi allo stesso asilo e tutte e due in ferie, ci voleva; da ripetere a fine mese in cui questa coincidenza delle ferie si ripeterà! Dopo un’oretta di chiacchiere risate e qualche pettegolezzo anche tornare a casa a riordinare gli armadi dei pupi si è rivelato più bello e più produttivo.

IMG_3773

lungarno Pacinotti dal ponte di mezzo

Per pranzo decido di uscire e faccio la turista per Pisa, amo la mia città e quando posso un giro per i lungarni non manca mai. Pranzetto veloce in solitaria al Numero 11, mèta fidata che non si smentisce.

IMG_3774

birretta al numero 11

Lasciare un po’ di stipendio in Feltrinelli, che un pochino di tempo per leggere lo trovo sempre nonostante la casa e la famiglia.

IMG_3788

libri per me e per i bimbi

Andare al mare con i pupi a giocare e fare merenda, vista la magnifica giornata Marina mi stava proprio chiamando a gran voce! Vederli sorridere mentre giocano sulla spiaggia non ha prezzo…un giro per il nuovo porticciolo, un saluto alle barche che rientrano e si torna a casa.

IMG_3787

Marina di Pisa

IMG_3785

il porticciolo

Il tramonto dalla cucina, non ci proverò più a fotografarlo tanto è inutile…riuscire a immortalare i colori della natura non mi riesce, forse va bene così e ogni volta resto a bocca aperta 5 minuti davanti alla porta-finestra ad ammirarli finché il sole non scende all’orizzonte.

IMG_3790

tramonto dalla mia cucina (compresi i pali della luce)

Dopo cena i pupi a nanna, un po’ di relax con tele di sottofondo e il Ravello quasi finito…ne parlerò a breve!

Ci vogliono più spesso giornate così spensierate, leggère e piene di risate. Come piacciono a me. Mi sono ricaricata e proverò ad affrontare a testa alta situazioni che sto subendo senza che mi sia data una possibilità di scelta.

Alla prossima splendida giornata…ogni riferimento a Vasco non è puramente casuale!

Annunci

{Shop} Acquisti on line #3 – Funky Mama

Non avevo ancora acquistato niente ad aprile, almeno niente di quello che mi attrae dalla rete, niente di quelle cose che ti fanno dire “Wow, lo voglio!”.

E per l’appunto sono arrivate le nuove #zzimiei delle Funky Mamas.

la mia #zzimiei


E’ gialla, ovvio, è in microfibra e non di pelle come le precedenti versioni, è fantastica, uno di quegli acquisti di cui non si può fare a meno. Poi quando le cose sono fatte col cuore vanno premiate.

La mia zzimiei è già in borsa piena di …zzimiei!

funky mama!

{Life} Il blog che cambia, io insieme a lui

Non riesco a lavorare a maglia quanto vorrei! Ho due bambini piccoli, un lavoro part-time, la casa da mantenere decente e un marito da coccolare…come si suol dire dalle nostre parti ci vorrebbero le giornate di 48 ore. E forse non basterebbero nemmeno quelle…

Quindi? Quindi il blog parlerà sempre di maglia, ovvio, ma tra un progetto e l’altro inserirò post di varia natura come sto facendo già da qualche settimana come i miei acquisti hand made e made in italy, i miei DIY scopiazzati qua e là per la rete, altri lavoretti come il punto croce, le mie scoperte come il magazine Flow. A proposito, oggi è il #flowmagazineday per ottenere il #flowinitaliano, quindi datevi da fare e correte su instagram a postare le vostre foto!

  
Ecco questo è quanto, per oggi. Al prossimo post…

{Shop} Flow Magazine, amore a prima vista

Seguo con molto interesse il blog di mywashitape da qualche anno, se non la conoscete o non sapete cosa sono gli washi tape correte sul suo blog, subito!!

Ecco, qualche mese fa ha lanciato una “petizione” per avere un giornale in italiano e questo giornale si chiama Flow Magazine. Ecco, io non lo conoscevo e mi sono letta tutti i post che ha scritto a riguardo in queste settimane (qui, qui, qui e qui) e che dire…non ho resistito e ho acquistato nel loro shop olandese!

Quando sono arrivati (si, perchè ehm…ne ho ordinati 3…) mi sono trovata tra le mani più di quel che mi aspettavo. Queste che seguono sono le mie foto del #flowinitaliano per il venerdì del #flowmagazineday postate appunto il venerdì su instagram.

IMG_3486

I miei primi Flow

IMG_3545

Today is a “do good” day

IMG_3568

Simplify your life

Il mio preferito, proprio il top, è il “Book for paper lovers” (nella prima foto è quello a destra con le arance in copertina): 300 pagine di cosine da strappare, tagliare, incollare, scrivere, dedicare, sognare…una gioia per gli occhi!  Ho acquistato anche il color booking che chèvelodicoafare e l’edizione speciale del mindfulness…dopo che anche mia nipote ha strabuzzato gli occhi di fronte a tanta bellezza le ho preso il librone della carta e per sopperire (ho dovuto fare uno sforzo enorme…) alle spese di spedizione mi sono comprata l’ultimo numero del vero Flow Magazine e posso solo dire che si sente il bisogno di un’edizione in italiano.

Forza mywashitape, sono con te!

{Knit} FO: Basket yoke pullover

Con mooolta calma posto un progetto iniziato e finito 3 anni fa, il basket yoke pullover!

IMG-78

Questo maglione l’ho visto su knit.wear premiere del 2011 , è della designer Wendy Bernard. La lana che ho usato è una morbidissima alpaca comprata anni fa da Campolmi a Firenze (prima o poi ci tornerò) di questo color cioccolata chiaro…ed è veramente morbida! E’ una marca che non conoscevo, Inca Spun, che tra l’altro da Campolmi ha un prezzo accettabilissimo. Me ne sono avanzati un paio di gomitoli, era talmente morbida che sapevo già di voler fare oltre al maglione anche un bel collo…e così farò, tanto per continuare il mio progetto di destash.

IMG_3476

Al prossimo progetto e buona pasqua a tutti!

{Knit} Oatmeal pullover

Altro progetto finito, quanta soddisfazione!

Questa lana della Filitaly Lab mi è stata regalata a Natale di 2 anni fa; non sapevo cosa farci e poi mi è venuto in mente che Jane Richmond utilizza anche filati grossi (da lavorare con i ferri da 5mm in su), infatti non sbagliavo: ho trovato il Oatmeal pullover.

Lei ha usato i ferri 6.5mm ma la mia lana, la Puno2, è abbastanza versatile sui ferri da usare e il mio “gauge” (letteralmente misurare, stimare) è riuscito con i ferri del 9mm!! Ho fatto prestissimo a lavorare questo maglione ma credo che non riuscirò ad indossarlo…questo inverno per noi “laniste” è stato una tragedia, troppo caldo per indossare i nostri capolavori! 😉

Le maniche sono a 3/4, perfette da indossare con una camicia di jeans con le maniche arrotolate e la sciarpina bordeaux in foto, mi sta piacendo un sacco il panna con il bordeaux! Ah, la sciarpina è un traveling woman, ma non ne ho mai parlato perchè ho tirato troppo il bordo della chiusura e non mi piace, ma lo indosso lo stesso perchè è morbidissimo.

Qualche foto e al prossimo progetto!

IMG_3472IMG_3474

{Shop} Acquisti on line #2 – Zeldawasawriter

Tornerò a parlare di maglia, promesso…ma prima devo complimentarmi per questo piccolo quaderno che ho comprato settimana scorsa!

FullSizeRender

la oyster e le cartoline

Innanzitutto dietro questo taccuino c’è zeldawasawriter. L’ho conosciuta virtualmente leggendo le funky mamas e mi ha colpito con i suoi lavori ed ho iniziato a seguire anche lei; aspettando poi il momento, il colore, l’ispirazione (e lo stipendio, non lo nego!) per comprare la LaBag, queste due mi hanno inventato la borsa Pearl di un fantastico blu navy con il taccuino oyster in regalo! Io questo taccuino l’ho trovato subito bellissimo e come mio solito, non ho aspettato molto per acquistarlo! È di pelle, blu ma di un blu che mi chiama a gran voce, il motivo disegnato a mano riprende quello delle bandane…insomma doveva essere mio!

Poi, poi. Poi nella busta c’era altro e vorrei proprio soffermarmi su questo; c’era in regalo il calendario del mese di settembre 2016 (mese del mio compleanno) e la scritta stampata che accompagna settembre dice: “milioni di strade nuove e una finestra che ti ricorda sempre casa tua“.

FullSizeRender_1

il mio nuovo motto

Sono cappottata giù dalla sedia. Sarà il mio motto, sarà la prima frase del taccuino.

Non sono coincidenze, qua c’è  qualcuno che mescola le carte a regola d’arte…se penso che la canzone che mi accompagna da anni è Strade dei Subsonica, ecco, capito no!? La scrissi anche sulla mia amata Pizzicottina, prima del viaggio in Olanda.

IMG_3440

la pizzi prima del folle restauro

Da non sottovalutare la cartolina della Strafi. che attaccherò allegramente in ufficio!