{Knit} On the needle: Viajante

20140303-161406.jpg
In attesa di trovare il tempo/voglia di bloccare l’hoek ho iniziato un nuovo progetto, di quelli lunghi ma facili da fare, quasi senza pensare. Adatto a queste sere ancora lunghe e noiosette e pure freddine!
La lana è una finissima lana di lama comprata a Viareggio alla Bottega della Lana; mi conquistò il colore ma poi il progetto che avevo scelto, un difficilissimo scialle di knitty.com, non mi tornava mai, mi mancavano sempre delle maglie e dopo 3/4 volte di fare e disfare mollai tutto li!
Fino all’altro giorno, in preda al panico per aver perso le punte del 3.00 degli Hiya Hiya, ho ritrovato il malloppo di lana in una busta e ho deciso di cercare su ravelry qualcosa da fare….e magia magia, ecco il Viajante di Martina Behm.
Al momento non vedo la fine ma non mi preoccupo, arriverà da se!

Nuovi progetti in vista

E’ si, anche se devo ancora andare in ferie e anche se è da poco passato Ferragosto, penso già ai prossimi progetti in lana!

Uno sarà il Basket Yoke Pullover, ho acquistato della lana di alpaca da Campolmi in una gita estiva a Firenze con la famiglia. Sarebbe il primo progetto lavorato top-down e non vedo l’ora di iniziarlo! Pattern che fa parte del libro Knit.Wear 2011, orgogliosa di averlo comprato!

L’altro, nonostante non abbia ancora fatto il campione, penso che sarà Plain and Simple di Veera Välimäki. Mi è stata regalata della lana di alpaca finissima marrone scuro e per raggiungere la quantità necessaria farò delle righe azzurre con la lana di lama di Francesca (ne ho comprata veramente tanta e lo scialle ne ha presa molta meno di quello che credevo!). Pattern, tra l’altro, scaricabile gratuitamente.

Vista la mia pigrizia e la mia lentezza nel fare i lavori a maglia spero davvero di riuscire a portare a termine questi lavori, ne sarei proprio felice! Diciamo che la prendo come una sfida contro me stessa e contro l’enorme capacità di lasciare le cose a metà. In tutto.

Allora?!

Mi manca la costanza nel fare le cose, lo so.
Sto rimediando.
Parliamo di maglia? Adesso siamo arrivati a questo punto:
Questo è lo scialle che sto facendo, è bellissimo. Io lo sto lavorando con la lana di lama di Francesca di un azzurro particolare. C’è però il rovescio della medaglia: l’ho sfatto tre volte e iniziato per la quarta! Ma non demordo, ce la farò.


Questi invece sono due capolavori di Letizia, una borsa beige per un’amica e la mitica borsa di Prada con tanto di targhetta “originale”! Dal vivo sono fantastiche.

Al prossimo aggiornamento, speriamo presto!

Knit in public

Sabato 18 giugno: perchè non farsi mancare la giornata mondiale del lavoro a maglia in pubblico? Partite in formazione alle 11 siamo andate a Viareggio nel negozio di Francesca e il pomeriggio le bimbe si sono trasferite in piazza dei miracoli sotto la torre, come l’anno scorso! Qui un resoconto della giornata in inglese.

L’angolo che mi piace di più del negozio: lane di lama filate e tinte a mano e in maniera naturale, fibre di latte e di mais, seta naturale, bio bamboo e fibre di ortica…uno spettacolo; per non parlare della lana di alpaca, anche se è giugno, toccarla è una scioglievolezza!

P.S. instagr.am è un’applicazione favolosa!

Perhaps.

Succedono cose è, non sto mica tutto il giorno a pettinare le bambole!

Per esempio sono stata con Flavia a trovare Francesca nel suo nuovo negozio di lane a Viareggio, (per info vedi qui). Un bellissimo lunedì pomeriggio, evviva il part-time, sul lungo molo a sferruzzare e sorseggiare una spremuta d’arancia…poi cosa fai, non compri un po’ di lana di lama filata e tinta a mano?! Ovvio che si…

Ho anche quasi finito il cardigan con il cotone Rowan, bellissimo! Peccato per questo caldo arrivato all’improvviso, cioè peccato solo per il cardigan per tutto il resto, ben venga la calura!

Scusate ma è ora di andare all’hotel, che mi aspettano per sferruzzare!