{Knit} Oatmeal pullover

Altro progetto finito, quanta soddisfazione!

Questa lana della Filitaly Lab mi è stata regalata a Natale di 2 anni fa; non sapevo cosa farci e poi mi è venuto in mente che Jane Richmond utilizza anche filati grossi (da lavorare con i ferri da 5mm in su), infatti non sbagliavo: ho trovato il Oatmeal pullover.

Lei ha usato i ferri 6.5mm ma la mia lana, la Puno2, è abbastanza versatile sui ferri da usare e il mio “gauge” (letteralmente misurare, stimare) è riuscito con i ferri del 9mm!! Ho fatto prestissimo a lavorare questo maglione ma credo che non riuscirò ad indossarlo…questo inverno per noi “laniste” è stato una tragedia, troppo caldo per indossare i nostri capolavori! 😉

Le maniche sono a 3/4, perfette da indossare con una camicia di jeans con le maniche arrotolate e la sciarpina bordeaux in foto, mi sta piacendo un sacco il panna con il bordeaux! Ah, la sciarpina è un traveling woman, ma non ne ho mai parlato perchè ho tirato troppo il bordo della chiusura e non mi piace, ma lo indosso lo stesso perchè è morbidissimo.

Qualche foto e al prossimo progetto!

IMG_3472IMG_3474

{Knit} On the needle: Viajante

20140303-161406.jpg
In attesa di trovare il tempo/voglia di bloccare l’hoek ho iniziato un nuovo progetto, di quelli lunghi ma facili da fare, quasi senza pensare. Adatto a queste sere ancora lunghe e noiosette e pure freddine!
La lana è una finissima lana di lama comprata a Viareggio alla Bottega della Lana; mi conquistò il colore ma poi il progetto che avevo scelto, un difficilissimo scialle di knitty.com, non mi tornava mai, mi mancavano sempre delle maglie e dopo 3/4 volte di fare e disfare mollai tutto li!
Fino all’altro giorno, in preda al panico per aver perso le punte del 3.00 degli Hiya Hiya, ho ritrovato il malloppo di lana in una busta e ho deciso di cercare su ravelry qualcosa da fare….e magia magia, ecco il Viajante di Martina Behm.
Al momento non vedo la fine ma non mi preoccupo, arriverà da se!