{DIY} Torta di pannolini #3

Questa estate ho potuto sfoggiare di nuovo la mia arte (ah ahahah) per costruire una terza torta di pannolini e questa cosa mi diverte un sacco, mi piace proprio!!

Processed with Snapseed.

la torta del nuovo arrivato

Come colori ho scelto prima di tutto pannolini bianchi, alcune marche li fanno colorati ma io ho preferito non appesantire il risultato finale usando troppi colori. Poi ho scelto il nastro verde per non cadere nei banali azzurro o rosa (in questo caso sarebbe stato azzurro perché è nato un maschietto).

Poi i regalini: in alto un giochino di eureka kids, uno di quelli librettini con le cosine che scricchiolano e si muovono; il piano sotto ha 2 bavettine carinissime di h&m tipo bandana e nascosta dietro c’è la crema vea oil, un toccasana per gli arrossamenti dei neonati ma anche per le pelli sensibili dei grandi! Passando al piano sotto ho diviso un completino sempre di h&m con pantaloncini, body e cappellino per i primi freschi (tipo adesso). Nel centro c’è il mio immancabile pensierino a maglia, ho fatto il flax light di tincanknits con il filato 100% baby della DMC a righe colorate bianco e verde…di cui ovviamente non ho foto! Nel delirio di comporre la torta con i due nanetti presenti in casa mi sono dimenticata di farle, è da me tranquilli!!

E questo è tutto, al prossimo post!!

{Knit} Ravello, finalmente finito!

Quasi un mese che non scrivo e quasi un mese che ho finito il maglione Ravello, ne avevo parlato anche qui . Ovviamente l’ho finito quando era troppo caldo per indossarlo, io e le mie tempistiche…

Avevo questo filato da qualche anno, il Drops Alpaca; l’avevo acquistato per farci uno scialle ma come accade spesso, quando ho ripreso in mano il filato ho deciso di cambiare pattern e ho optato per questo modello di Isabelle Kraemer,  pubblicato su Ravelry nell’agosto 2013.

L’ho lavorato come da modello con i ferri 3.5 mm e ho eseguito la taglia come da mie misure…il risultato mi ha entusiasmato perché, una volta provato, era proprio come lo volevo! E questa volta nella foto ci metto anche la faccia, tiè!

IMG_3917IMG_3916

Al prossimo lavoro (finito)!!

{Knit} FO: Basket yoke pullover

Con mooolta calma posto un progetto iniziato e finito 3 anni fa, il basket yoke pullover!

IMG-78

Questo maglione l’ho visto su knit.wear premiere del 2011 , è della designer Wendy Bernard. La lana che ho usato è una morbidissima alpaca comprata anni fa da Campolmi a Firenze (prima o poi ci tornerò) di questo color cioccolata chiaro…ed è veramente morbida! E’ una marca che non conoscevo, Inca Spun, che tra l’altro da Campolmi ha un prezzo accettabilissimo. Me ne sono avanzati un paio di gomitoli, era talmente morbida che sapevo già di voler fare oltre al maglione anche un bel collo…e così farò, tanto per continuare il mio progetto di destash.

IMG_3476

Al prossimo progetto e buona pasqua a tutti!

{Knit} Oatmeal pullover

Altro progetto finito, quanta soddisfazione!

Questa lana della Filitaly Lab mi è stata regalata a Natale di 2 anni fa; non sapevo cosa farci e poi mi è venuto in mente che Jane Richmond utilizza anche filati grossi (da lavorare con i ferri da 5mm in su), infatti non sbagliavo: ho trovato il Oatmeal pullover.

Lei ha usato i ferri 6.5mm ma la mia lana, la Puno2, è abbastanza versatile sui ferri da usare e il mio “gauge” (letteralmente misurare, stimare) è riuscito con i ferri del 9mm!! Ho fatto prestissimo a lavorare questo maglione ma credo che non riuscirò ad indossarlo…questo inverno per noi “laniste” è stato una tragedia, troppo caldo per indossare i nostri capolavori! 😉

Le maniche sono a 3/4, perfette da indossare con una camicia di jeans con le maniche arrotolate e la sciarpina bordeaux in foto, mi sta piacendo un sacco il panna con il bordeaux! Ah, la sciarpina è un traveling woman, ma non ne ho mai parlato perchè ho tirato troppo il bordo della chiusura e non mi piace, ma lo indosso lo stesso perchè è morbidissimo.

Qualche foto e al prossimo progetto!

IMG_3472IMG_3474

{Knit} For my little girl

Un simpatico maglioncino anche per l’ultima arrivata, mica posso lasciarla senza!?

Premessa, questo post sarà il primo di una “lunga” serie di diminuzione del mio stash di lane…

Partiamo con la lana: questa la comprai diversi anni fa, almeno 6, da Campolmi a Firenze quando ancora lavoravo là in una delle fughe in pausa pranzo! Una matassa a sconto di un viola abbastanza forte. Devo dire la verità, oggi non comprerei quel colore…chissà a cosa pensavo! Forse a stare troppo coi fiorentini, tutto quel viola…boh!?

Comunque giaceva lì da anni e ora che è arrivata una pupa mi sono decisa ad usarla, lei (la pupa) è chiara di carnagione di capelli e di occhi, questo viola poteva essere un pugno in un occhio e invece le dona, brava bimba!

Ho scelto il modello Snug too di Hinke, un simpatico modello abbastanza semplice con una costruzione un po’ diversa dal solito che utilizza soprattutto la tecnica delle maglie sospese, ma ovviamente con poche pochissime cuciture!! L’unica modifica, se così vogliamo chiamarla è che non ho fatto le asole con l’uncinetto per i bottoni, l’ho semplicemente legato con due treccine lavorate da entrambe le parti.

 

IMG_3372

Al prossimo knittaggio!

{Knit} Destash, questo sconosciuto

E’ arrivata l’ora di fare pulizia nell’armadio delle lane: ci sono lane (e per lane intendo ogni singolo gomitolo, anche cotone) acquistate o regalatemi da anni che vorrei usare ma poi trovo sempre una lana nuova che vorrei provare o un modello di cui mi innamoro ma per il quale non ho una lana adatta e allora ne compro altra…insomma è un cane che si morde la coda, non se ne esce!

Ecco da qualche mese mi sono messa in testa che per rinnovare il parco lane devo usare prima quelle che ho, sembra facile ma vi assicuro che per chi pratica il lavoro a maglia non lo è affatto!

Vorrei provare la Brooklin Tweed perchè c’è quel cardigan che mi piace troppo, il Corvid; ma anche il maglione Riptide mi piace assai… Vorrei provare la lana di Tanis Fiber Arts, vorrei farmi qualcosa di estivo con la Ito e insomma un po’ di cose nella mia lista dei desideri ce l’ho! Visto che piano piano sto riuscendo a ritagliarmi anche solo 5 minuti al giorno per sferruzzare, così giusto per non perdere la manualità ecco, spero di riuscire nel mio intento di “destashare” il più possibile!


Brooklyn Tweed "da colorare"

Brooklyn Tweed “da colorare”

 

Filati di Tanis Fiber Arts

Filati di Tanis Fiber Arts

La Ito Kinu

La Ito Kinu

{Knit} For my little boy

E buon 2016, tanto per cominciare!

In una delle millemila newsletter a cui sono iscritta lessi che c’era del cashmere in offerta, precisamente sul sito gomitoli’s. Cosa fai, non compri qualche gomitolo per i pupi? E quindi arrivò il pacco…stupore e meraviglia per la confezione!

 


È quello che c’era dentro non era da meno, ovviamente! Puro cashmere, fantastico!!

Cerco un pattern per il piccolo di casa e mi imbatto in questa designer canadese, Tin Can Knits, e la sua The Simple Collection. Il maglioncino Flax, disponibile dalla taglia neonato fino a 4XL, mi sembrava ottimo; semplice (il nome della collezione era di buon auspicio), top down e senza cuciture!

Perfetto si inizia, e ci è incastrato anche un cappellino con pompom!

 


Al prossimo lavoro!